Channel partner

Perdite Idriche

Per quanto riguarda la rete idrica “le perdite sono a un livello straordinario”, in Italia “sono al 30-40%, basti pensare che in Israele sono al 3% e in altri paesi europei al 5-8%”, quindi “ci vuole sicuramente un piano di emergenza” relativamente alle infrastrutture idriche. Queste le parole del Presidente del Consiglio, Mario Draghi,
in conferenza stampa il 30 Giugno.

La dispersione e le perdite idriche rappresentano uno dei principali problemi nell’ambito di una gestione corretta e sostenibile dei sistemi acquedottistici. “Il dato più eclatante è infatti quello degli acquedotti; si è detto tantissimo su questo aspetto che non lascia spazio a dubbi sullo stato della rete: si perdono in media 41,4 litri ogni 100 immessi nelle reti di distribuzione – inclusi nel dato gli allacciamenti abusivi e gli errori di misurazione” (dato fornito da Fondambiente).

L’impatto tra cambiamenti climatici e dispersione idrica sta diventando una minaccia che purtroppo stiamo sempre più sperimentando in questi ultimi anni e che conduce a gravi problemi di siccità con danni facilmente immaginabili per l’agricoltura e l’ambiente e con conseguente risalita dell’acqua salata lungo la foce dei fiumi, come sta accadendo ora al Po.

Va precisato che non vi è processo di distribuzione di acqua realizzato senza alcuna perdita lungo il percorso che dai serbatoi giunge agli utenti finali, tuttavia miglioramenti consistenti potrebbero essere eseguiti.

Il problema principale delle perdite risiede nello stato della rete che distribuisce l’acqua nel nostro paese, dalle fonti di approvvigionamento ai rubinetti delle case. Le tubature sono vecchie, posate decenni fa (il 25% addirittura è vecchio di 50 anni), pertanto un consistente volume di acqua  fuoriesce dal sistema distributivo disperdendosi nel sottosuolo a causa di corrosione, deterioramento o rotture nelle tubazioni o di giunzioni difettose. Un altro grave problema è rappresentato dalle perdite idriche apparenti (o amministrative) dovute a volumi sottratti senza autorizzazione (allacciamenti abusivi) e a volumi consegnati, ma non misurati, a causa dell’imprecisione o del malfunzionamento dei contatori.

Quali rimedi possono essere efficaci per contrastare questi sprechi  e contribuire quindi alla salvaguardia del nostro pianeta?

Sono diverse le tecnologie che oggi aiutano a contrastare questo problema, attraverso il monitoraggio del flusso dell’acqua e la localizzazione delle perdite per intervenire tempestivamente sulle falle o  con l’adozione di tecnologie innovative in ottica predittiva per poter intervenire giocando d’anticipo.

EP ha fornito strumentazione Druck e Panametrics a diverse multiutility per supportarle in queste attività divenute oramai urgenti e non più rimandabili.

Il nostro staff tecnico è in grado di supportare il cliente suggerendo risposte differenziate in base alla specifica richiesta.  La nostra gamma di prodotti può essere suddivisa in strumenti per la ricerca delle perdite e strumenti per il monitoraggio.

Strumenti per la ricerca delle perdite

In questa categoria annoveriamo strumenti di alta precisione ed affidabilità che utilizzano le più innovative tecnologie per una misura precisa ed accurata.

PT900 – PANAMETRICS

Questo misuratore di portata ad ultrasuoni portatile, è stato realizzato con la nuova tecnologia smart, ed è caratterizzato da un nuovissimo dispositivo di fissaggio, un trasmettitore ad elevate prestazioni, trasduttori affidabili e un’interfaccia tablet intuitiva che permette di effettuare misure precise in pochi minuti. La gamma di sensori Panametrics permette di effettuare misurazioni di portata partendo a 1,2 cm fino ad massimo di 7,5 metri di diametro.

DPI705E – DRUCK

Gli indicatori portatili di pressione, ed opzionalmente di temperatura, della serie DPI 705E di Druck abbinano un design solido e robusto a misure precise e affidabili. Compatta e robusta, questa serie è progettata per l’utilizzo con una sola mano e consente di effettuare gran parte delle operazioni per la manutenzione di routine e la ricerca di perdite.  L’interfaccia laterale permette di utilizzare un’ampia gamma di sensori esterni, di pressione o di temperatura, rendendo lo strumento estremamente adattabile ad ogni esigenza. L’ampio display retroilluminato e gli accessori di ancoraggio, magnetico ed ad avvolgimento, permettono di tenere sotto controllo i valori misurati dal DPI705E avendo entrambe le mani libere.

Strumenti per il monitoraggio

AT600 – PANAMETRICS

Il misuratore di portata ultrasonico AquaTrans AT600 unisce una capacità di misura all’avanguardia ad un trasmettitore a basso costo che può essere installato direttamente dove è richiesta la misura nel processo. È progettato appositamente per applicazioni di misura principalmente sia su acque chiare che su acque reflue. L’ AquaTrans AT600, completamente digitale, non presenta parti in movimento e richiede una manutenzione minima. Le tipologie di sensori selezionabili permettono di utilizzarlo sia su tubazioni con diametri piccoli, 1,2 cm, sia su diametri fino a 7,5 metri.

XMT1000 – PANAMETRICS

XMT1000 rappresenta lo stato dell’arte della tecnologia della misura ad ultrasuoni. Può essere installato localmente, in configurazione remota ed è certificato per l’uso in aree pericolose. Lo strumento offre prestazioni migliorate in termini di accuratezza di misura, ingressi e uscite configurabili e percorsi ultrasonici multipli. E’ lo strumento di misura di portata Panametrics per le applicazioni più nevralgiche e gravose.

Guarda il filmato dell’applicazione che abbiamo studiato per un nostro cliente:

UNIK5000 – DRUCK

UNIK5000 è una soluzione configurabile ad alte prestazioni per la misurazione della pressione. L’uso della tecnologia al silicio micro-lavorato e dei circuiti analogici consente le migliori prestazioni della categoria per stabilità, bassa consumo e risposta in frequenza. La famiglia UNIK5000 si sposa perfettamente alle applicazioni più disparate, dalla misura del gas sulle linee di media, in area pericolosa, al monitoraggio dei livelli di acqua nelle cisterne di decantazione. Praticamente i sensori UNIK5000 vengono costruiti ad hoc per ogni tipo di impiego.

Contattaci per sapere quali soluzioni possono essere le più idonee alla risoluzione dei  tuoi problemi.

Leggi altro

059 357600